mercoledì, ottobre 18, 2006

Buongiorno a tutti!!!!!
E' un pò che non scrivo più nulla, e vero che la mia vita è sempre impegnata, lavoro, uscite, in fondo sono vicino a Rimini, le occasioni per uscire non mancano mai.
Devo ammettere che mi mancate tutti, però quando ci mettiamo ai fornelli tutto passa, la passine mi prende, e sono felice di essere qua.
Ogni tanto penso di trasferirmi definitivamente qua, ma non è ancora giunto il momento, la mia anima da zingaro prende il sopravvento, a gennaio ripartirò, non so dove andrò, ma seguirò la mia vita e la mia passione ovunque mi porterà.
Sabato scorso siamo andati a Sant'Agata Feltria, c'è la fiera del tartufo bianco, un paesino arroccato sugli Appennini, in provincia di Pesaro Urbino, domenica sera avevamo una cena a base di tartufi e funghi, uno dei piatti che viene apprezzato di più è "Porcino intero avvolto nella foglia di noce cotto nel coccio" un piatto molto semplice, ma con un gusto ed un profumo ineguagliabile.
Se venite a trovarmi, e se sarà ancora stagione ve lo consiglio.
Ieri, martedì siamo andati a Ferrara, altra splendido posto, una città davvero a misura di persona, spaziosa, ariosa, ricca di verde, passando davanti ad una vetrina ho visto "Colazione da Tiffany" con Audrey Hepburn, non ho resistito, l'ho acquistato.
Oggi l'ho visto, lei è bellissima, molto brava, una principessa, tanto per capirci.

Cerco di scrivere un po di più, ma il tempo è quello che è, gli impegni sono tanti, citando un film... "Infinite cose da fare, e così poco tempo...."

Vi saluto con un'altra citazione da Epicuro

Incipit della Lettera a Meneceo (sulla felicità)

Meneceo,
Mai si è troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della felicità. A qualsiasi età è bello occuparsi del benessere dell'animo nostro.
Chi sostiene che non è ancora giunto il momento di dedicarsi alla conoscenza di essa, o che ormai è troppo tardi, è come se andasse dicendo che non è ancora il momento di essere felice, o che ormai è passata l'età. Ecco che da giovani come da vecchi è giusto che noi ci dedichiamo a conoscere la felicità. Per sentirci sempre giovani quando saremo avanti con gli anni in virtù del grato ricordo della felicità avuta in passato, e da giovani, irrobustiti in essa, per prepararci a non temere l'avvenire.[Epicuro - Lettera sulla felicità (a Meneceo) - Stampa alternativa, trad. di Angelo Maria Pellegrino

A presto

Un'abbraccio a tutti voi.

Nessun commento: