giovedì, ottobre 04, 2007

Il senso della vita

A un tale interrogativo non possiamo dare una risposta noi psichiatri. perchè il senso della vita è diverso per ognuno di noi, di giorno in giorno, di ora in ora. Ciò che conta, allora, non è il significato della vita in generale, ma piuttosto lo specifico significato di una persona in un dato momento. Fare la domanda in termini generici sarebbe come chiedere ad un campione di scacchi:"Mi dica Maestro, qual'è la migliore mossa al mondo?" Non esiste niente del genere. Non esiste la mossa migliore, o anche solo una buona mossa, al di fuori di una particolare situazione in una particolare partita, tenendo anche conto della specifica personalità dell'avversario. Lo stesso vale per l'esistenza umana. Non si dovrebbe cercare un significato astratto per la vita. Ognuno di noi ha una particolare vocazione o missione da portare avanti, un compito concreto che esige adempimento. quindi ognuno non può essere sostituito, ne la sua vita può ripetersi. Perciò il compito di ognuno è straordinario e irripetibile, quanto l'opportunità di attuarlo.
Visto che ogni situazione della vita rappresenta una sfida e un problema da risolvere, la domanda sul senso della vita può in realtà essere capovolta. In sostanza, l'uomo dovrebbe chiedersi quale sia il significato della vita, ma piuttosto capire che è a lui che vengono poste le domante. In una parola, ogni uomo alla prova dalla vita, e può rispondere alla vita solo rendendo conto della propria vita............


"Alla ricerca di un significato nella vita" di Victor Franckl
letto su "Il Budda, Geoff e io" Edward Canfor-Dumas

Nessun commento: